aggiornato il
2 Giu 2009

Bza'd Santarcanzl

manda una letra ma Bza




La tristeza (par mi fiola)



La tristeza l e mr qund che piv,

la matina sla nebia,

un vc caret che pi u-n-s mv.



La tristeza l j amoigh qund chi va vi,

la festa qund chla fines,

e silenzi dp che la musica l fin.

La tristeza l un amour chu n pi gnent da doi.



La tristeza l un dulour prufnd

chu-t ciapa allimpruvoi,

e chu s-ni va qund ta-m f una careza.



La tristezza



La tristezza il mare quando piove

la mattina con la nebbia

un vecchio carro che pi non si muove.



La tristezza sono gli amici quando vanno via,

la festa quando finisce,

il silenzio dopo che la musica finita.

La tristezza un amore che non ha pi

niente da dire.



La tristezza un dolore profondo

che ti piglia allimprovviso

e che se ne va quando mi fai una carezza.

____________________________________________________________


La mi nna



Nna, a t vesta vul te zil

vistoida sa una vestaja binca



Ta-m gurd e troid, ta-m per liira

e ta-n ci straca



I tu cavel urdined e arcolt dri la testa

i parfma ad lavnda



Dri ma te u j djanzul chi roid

e che i mgurda e i doi :



A la purtm a spas a sta burdla.





La mia nonna



Nonna, ti ho vista volare nel cielo

vestita con una vestaglia bianca.



Mi guardi e ridi, mi sembri leggera,

e non sei stanca.



I tuoi capelli ordinati e raccolti dietro la testa,

profumano di lavanda.



Vicino a te ci sono due angeli che ridono,

e che mi guardano dicendomi:



La portiamo a spasso a questa ragazza.


____________________________________________________________



iziunrie
od ad d

oesie
acnt
bre

utori vari
za
ucugian
olfo
ttore
ign
Pzz
olari
ietro/Mino
ulinèra
abadn
vn

licca!!!

per CONTATTARCI:

e-mail form EXPINA.it un servizio
Il vostro indirizzo IP 54.81.110.114 State utilizzando CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/).